Milano, 29 novembre 2013

Ritirato premio SuperEnalotto SuperVincitore da 500.000,00 euro realizzato giovedì 14 novembre 2013

Vincere 500.000,00 euro grazie a un'estrazione del SuperEnalotto SuperVincitore non solo è possibile ma è un segnale di ottimismo per chi vive una vita di ordinaria quotidianità.
Ecco la storia raccontata da "La suocera" (nome di fantasia).

Si è presentata oggi per l'incasso negli uffici Sisal di Milano una donna che, per il grande affiatamento con la famiglia, la figlia, i nipoti e, soprattutto, con il genero chiameremo "la suocera" (nome di fantasia), colei che la dea bendata ha scelto di assegnare il premio da 500.000 euro, offerto grazie all'iniziativa SuperVincitore di SuperEnalotto da 500.000,00 euro realizzata il 14 novembre scorso a Trento - frazione Roncafort - presso la tabaccheria Turco.

 

Dietro ad ogni vincita sembra che si debbano nascondere sempre persone particolari con storie particolari, in situazione singolari e invece siano di fronte ad una donna che semplicemente ama la sua famiglia e che ha costruito tutta la sua vita su questo.

 

Una donna, e in particolare una suocera, che per festeggiare i 40 anni del genero, gioca un mix di numeri legati alla sua nascita, alla data di matrimonio con la figlia, fino all'anno dei genitori del giovane. Solitamente giocava i numeri della mamma, ma questa volta no.

 

Pensionata, con pochi denari a disposizione, voleva fare al genero un regalo speciale, per dimostrargli il suo affetto.

 

"Quando si crede in un rapporto ¿ dichiara la donna - ci si crede fino in fondo e si investe tutto sulla persona che sai ha contribuito alla felicità della tua famiglia. Giocare i suoi numeri, non era una scelta importante in sé, quanto dimostrare, con un piccolo segnale, la fiducia e la stima che provavo per lui".

 

Così la donna va a giocare sperando in una vincita. Magari non una grande somma, ma giusto un segnale per poter dimostrare il gesto che valeva più di ogni altro regalo.

 

Poi, grazie alla scelta dei numeri condivisa con il marito, torna a casa e lascia a lui il compito di controllare la vincita.

 

Il marito, che si alza sempre alle 5 del mattino per lavorare, controlla su internet e scopre della vincita e che il destino è stato favorevole. Avvisano all'alba la figlia, perché il dono possa essere un gesto corale.

 

Sul destino dei soldi non ci sono dubbi. Figlia e genero estingueranno il mutuo e la suocera utilizzerà una parte del denaro per i nipoti e poi, magari, cercherà di convincere il marito a fare un viaggio.

 

Impresa quasi impossibile perché l'uomo non vuole mancare ai piacevoli momenti quotidiani con la famiglia. Lui vuole essere sempre presente alle cene tutte le sere con la famiglia riunita, alle passeggiate nel parco con i nipoti, a tagliare la legna per l'inverno. Così è la loro vita e non la vogliono cambiare!

< Torna agli articoli