15 gennaio 2014

Riscossa vincita 5+ SuperEnalotto realizzata il 28 dicembre 2013 a Castel San Giovanni

Si è presentato oggi per l'incasso presso gli uffici Sisal di Milano il fortunato vincitore del 5+ SuperEnalotto che sabato 28 dicembre in provincia di Piacenza ha vinto 440.519,21 euro. "Non rivelerò il mio nome" - ha dichiarato il vincitore - "ma vorrei usare come nome di fantasia "Conte Max", come il personaggio del famoso film del 1957 che rispecchia la storia della mia vita".

Ricordiamo che il film racconta di un giovane popolano romano che sogna di entrare nel dorato mondo della nobiltà. Solo una cascata di guai, quello che succede ad Alberto (Alberto Sordi), edicolante romano, che rincorre le emozionanti avventure dei nobili tra alberghi, viaggi e partite a bridge.

 

Una serie infinita di trasformismi, nei quali Alberto Sordi indossa i panni del conte, e quelli del giornalaio, portano il protagonista a dover scegliere tra vivere una vita ricca, ma non sua, ed un'altra più normale che però gli appartiene. La decisione avviene quando scopre i modi arroganti ed umilianti della classe nobile.

 

Il vincitore, uomo di mezza età, divorziato e con due figli, è giunto in Sisal felice e soddisfatto.

 

"Sono convinto che ci rivedremo" - ha dichiarato l'uomo - "magari per la vincita di un 6, il grande sogno che ogni italiano spera di conseguire per realizzare tutti i progetti nel cassetto di un'intera vita".

 

Uomo del sud, sei anni fa decide di trasferirsi al nord per cercare di ricostruirsi una nuova vita. Lui che ancora oggi lavora dodici ore al giorno, per poco più di mille euro al mese, continua a sognare in grande e a sperare che la vita debba restituirgli ancora molto.

 

Conte Max gioca sempre e solo al SuperEnalotto ad ogni estrazione 3 volte alla settimana lo stesso sistema ridotto. Sceglie i numeri in funzione dell'estrazione precedente, pensando che i numeri estratti non siano solo il risultato di una combinazione fortunata, ma il frutto di indicatori matematici che seguono una logica.

 

La sera dell'estrazione lo scorso 28 dicembre stava lavorando quando ha controllato i numeri sul Televideo. E' stato sul monitor per circa 2 ore, non tanto perché incredulo che la fortuna fosse passata da lui, quanto per sognare il nuovo film della sua vita che questa vincita avrebbe generato. E, seppur in servizio e quindi impossibilitato ad urlare dalla gioia, nel suo intimo ha festeggiato la sua vittoria con una bottiglia di spumante immaginaria.

 

E poi, la mattina successiva, legge attentamente le indicazioni per la riscossione della vincita e fa tesoro delle informazioni legate al titolo al portatore, tanto che custodisce la sua ricevuta per 10 giorni nel comodino vicino al letto, dandole persino la buona notte prima di addormentarsi, perché, come dice lui, quella ricevuta è il suo investimento per il futuro tanto che impiegherà i soldi in una nuova impresa all'estero.

 

Il Conte Max non ha comunicato a nessuno la vincita, neppure ai figli, cui pensa comunque di destinare un regalo.

 

Emozione e razionalità appartengono allo stesso uomo che, con calma e oculatezza, penserà al suo nuovo ridente futuro, magari in compagnia di una donna che lo apprezzi per la persona che è, con i suoi limiti ma anche con il suo cuore buono, come il Conte Max di Alberto Sordi.

< Torna agli articoli